La mia foto

motori di ricerca

marzo 2009

lun mar mer gio ven sab dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

« IL VALORE DEL PRIMO MAGGIO | Principale | DA PERDERE IL FILO! »

Commenti

caio

Le gerarchie vaticane e la politica che con esse stringe alleanze e contratti sono "qualcosa" che naviga su sfere lobbistiche, "altre" rispetto alla pelle delle persone comuni e delle regole imposte e previste dall'Ordinamento. Nelle cose, infatti, la libertà di espressione (Rivera, come certificato anche da sondaggi, ha detto, senza assolutamente criminalizzare nessuno, quello che tanti, nella società, pensano e credono), quando tocca corde protette e "padrone" è avversata, rimossa. Non trova cittadinanza e viene addirittura criminalizzata. Questo è il dato. Riflettiamoci, e riflettiamo pure sugli attori e sugli interessi in gioco di questa restaurazione.

Giulio dal Canada

Qui di sotto le parole firmate da una trentina di Deputati e Senatori della Sinistra Italiana... Piu' passa il tempo, e piu' mi viene da pensare che la brutta figura -veramente brutta e vigliacca- l'hanno fatta chi si e' immediatamente distanzaito da Andrea, non appena Vaticano ha alzato la voce... la pazienza ha i suoi limiti

"Lo spropositato attacco alle parole di Andrea Rivera - si legge nella lettera - è molto preoccupante. Non è un paese normale quello in cui diventa un attentato esprimere un'opinione o fare una battuta sulle scelte compiute dalle gerarchie ecclesiastiche. Le minacce e il terrorismo sono una cosa troppo seria per confonderle con le parole, sgradite o irriverenti che siano. Torniamo alla Costituzione che tutela la libertà di espressione. E teniamo tutti i nervi a posto".

Quousquetandem

Queste gerarchie ecclesiastiche sono uscite fuori dal seminato nel metodo e nel merito.
Nel metodo: se danno a sé stesse il diritto di entrare a piedi giunti nella dialettica politica è ovvio che debbono abituarsi ad essere trattati come un qualunque altro soggetto politico; .... ma è duro rispettare le regole del gioco per chi è solo abituato a dettare le regole stesse considerando sé stesso al di sopra delle parti.
Nel merito: ma è proprio così offensivo dire la verità? Pinochet ha avuto l'avallo e l'appoggio delle gerarchie ecclesiastiche, a cominciare dal papa Giovanni Paolo II, per fare il suo colpo di stato e per mantenersi al potere; alla figlia di Pinochet la Sacra Rota, su pressione dello stesso papa, ha annullato tre volte il matrimonio religioso; è un fatto che tutta la chiesa ufficiale ha partecipato in pompa magna al suo funerale; per conferma vedere come lo stesso papa di cui sopra reagì all'assassinio del vescovo Romero.
Il fatto è che questa chiesa sta ridiventando integralista, seguendo la sua originale vocazione che in passato ha dato tragici risultati. Cosa pretendete da un papa che è ancora incriminato negli USA per avere ufficialmente ordinato alle gerarchie ecclesiastiche, ed alle stesse vittime dei reati di pedofilia, di tacere con le autorità statali, pena la scomunica?
Mala tempora currunt.

michele

Ho notato che nella manifestazione dei radicali per la "loro" conquista del divorzio in Italia, Marco Pannella e i suoi dodici discepoli hanno indossato un cartello con su scritto "Siamo Tutti Rivera".
Io ho pensato: E' vero.Ahò, lo dicono loro stessi!

I commenti per questa nota sono chiusi.